viaggiare mangiando

un viaggio nel mondo del gusto e non…

Kuala Lumpur: seguendo un esempio sbagliato. febbraio 8, 2010

Filed under: Uncategorized — giagio @ 6:55 am
Tags: , , , , ,

Eccomi qui, a quasi due settimane dal mio arrivo in Malesia: non ho scattato neanche una fotografia e già sono stufo. Mi aspettavo qualcosa di diverso, pensavo che prendere un volo di 13 ore fosse sufficiente per ritrovarmi in una realtà differente: così non è stato.

"Morrò pecora nera.. è facile tornare tra le tante stanche pecore bianche" da Haring on flickr

Sono semplicemente in un’altra grande città: il clima è differente, si parlano lingue differenti, si mangia cibo differente, la pelle delle persone che incontri ha un colore differente ma a parte questo, è solamente un’altra grande città, dove qualcuno ha tanti soldi e gli altri cercano di farglieli spendere nei modi più svariati. Non so che cosa aspettavo di trovarmi, ma sono certo che non l’ho trovato. È vero che ho la possibilità di conoscere culture e tradizioni diverse, ma che senso ha se tutti stanno cercando di svilupparsi nel modo più veloce possibile seguendo il modello occidentale e dimenticandosi del proprio background.

Possibile che nessuno si renda conto che l’occidente non è poi tutto così rose e fiori e che non è proficuo seguire un modello se questo non è vincente, che è più facile costruire qualcosa di nuovo ed originale basandosi sul proprio bagaglio culturale e applicando la propria creatività.

Andandomene dall’Europa speravo di lasciarmi alle spalle questa stupida consuetudine di sognare il proprio futuro mettendo la propria faccia sul corpo di qualche persona di successo, di proprio padre o di qualche imbecille visto in televisione. Non sono mai riuscito a capacitarmi di come nessuno riesca semplicemente ad accettare che la propria vita sarà diversa da quella di chiunque altro e che non ha bisogno di raggiungere l’obbiettivo che qualcuno ha raggiunto prima di lui ma deve semplicemente costruire la propria strada nel modo più intelligente possibile rimanendo sensibile alle persone che lo circondano ed alle opportunità offerte dalla vita. Tutti alla ricerca del successo o rassegnati ad non averlo raggiunto.

Speravo che questo viaggio mi potesse allontanare da tutto questo ed invece ci ho sbattuto la faccia contro ancora una volta, ancora più violentemente, perché mi sono ritrovato proprio nella fase in cui ognuno cerca di infilarsi nel sistema, di non rimanerne tagliato fuori… ed io che cercavo di uscirne!

Annunci
 

7 Responses to “Kuala Lumpur: seguendo un esempio sbagliato.”

  1. giuli Says:

    MA come anche in italia, se tu vai dove la globalizzazione non ha coinvolto nessuno, troverai i veri valori e sicuramente potrai scoprirne di nuovi ed inaspettati.di questo sono sicura.

    • giagio Says:

      ne sono certo anch’io, è solo che sono rimasto un po’ scioccato dalle poche differenze rimaste tra due culture completamente diverse.. e mi duole vedere come ovunque, sia così facile tralasciare tutti i valori veri in favore di un consumismo frenetico ed insensato.
      Il consumismo rimane la base unilaterale del sistema e tutto il resto diventa solo un aspetto folkloristico.

  2. Andrea Says:

    Giacomo, mi fa molto male sentirti così. Non esagerare, tu sei stato e sei molto ingamba in questa tua ricerca: Le tue scelte oltre che coraggiose sono state ponderate,magari con l”incoscienza” della tua età (meravigliosa) e trovare gente con le palle che ha voglia di mettersi completamente in gioco non è facile! Il “gioco” ha le sue regole direbbero i più abbandonandosi ai comuni modi di essere così, integrati, come tutti. Non è da te lo sconforto. Forse lì non va bene, forse, ma il posto in se poco importa, che sia una grande città, la giungla, una magnifica spiaggia caraibica o un rifugio in montagna. Quello che conta è non demordere. Provare a riconoscersi meglio e con la “profonda” stima in se stessi, andare oltre al muro, aggirarlo, abbatterlo senza guardarsi indietro,(ma senza dimenticare)… e comunque cercare di “essere” perdutamente convinto nella speranza e nella certezza di un proprio cammino unico e speciale….così ti costruisci la vita con “poche” o tante soddisfazioni rigorosamente TUE.
    Non avere paura
    Qualsiasi cosa tu decida, noi siamo con te.

    • giagio Says:

      Grazie per il bel messaggio.. comunque non ti preoccupare, sono un po’ giù di morale ma sono consapevole del fatto che nel momento in cui uno si mette in gioco non può conoscere l’esito dello stesso ma ne ricaverà comunque qualcosa di positivo.. non reputo il mio progetto fallito, sto solo considerando il primo aspetto negativo che si è presentato..

  3. ge Says:

    Sarai sempre te stesso finchè il tuo pensiero resterà libero ma non potrai negare il mondo che ti circonda: sarebbe come chiudere gli occhi; tienili aperti invece come tua consuetudine, e potrai vedere che c’è altra gente come te con cui condividere momenti, emozioni e valori. Vai incontro a ciò in cui credi e scoprilo nelle piccole cose, nei dettagli; le costrizioni di questa civiltà sono come le apparenze: finchè non ci vai oltre non puoi sapere cosa c’è dietro.
    Non ti angustiare, pensa invece a quante persone la pensano come te, e tu devi ancora conoscerne tante.

  4. Andrea Says:

    Dai, facci qualche bella foto….così vediamo te ed il suburbio dove ti sei infilato!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...