viaggiare mangiando

un viaggio nel mondo del gusto e non…

INNANZITUTTO MI PRESENTO: la mia vita in cucina. gennaio 7, 2010

Filed under: Uncategorized — giagio @ 12:59 am
Tags: , , , ,

Quando avevo sei mesi ero già a 2000 metri nel rifugio alpino gestito da mio padre e per resistere al freddo dormivo insieme a mia madre in cucina: l’unica stanza un po’ più calda. Alcuni mesi dopo i miei genitori divorziarono, io andai a vivere con mia madre e vidi mio padre solamente durante le feste quando lui era sempre impegnato dietro i fornelli, così per stargli vicino dovevo stare in cucina e cercavo di aiutarlo… a tre anni mi divertivo già a portare i piatti ai clienti e a prendere gli ingredienti che servivano a mio padre. Quando tornavo a casa, avevo sempre bei ricordi dei momenti passati in rifugio così aiutavo mia mamma in cucina. Ogni anno quando tornavo al rifugio facevo qualche cosa in più e iniziavo ad affezionarmi ai clienti abituali che si prendevano cura di me dato che mio padre era sempre molto impegnato.

Purtroppo quando avevo sette anni i proprietari del rifugio non rinnovarono la licenza a mio padre, rasero al suolo la struttura esistente e costruirono una specie di alberghetto per sciatori. Non sono mai tornato dove una volta c’era il rifugio perché mi piace ricordarlo come era e non sopporterei la vista di un albergo moderno in un luogo alpino cosi bello e selvatico. Era una baita in pietra costruita su un masso al culmine di una vallata fantastica,  l’acqua scarseggiava sempre e ricordo con malinconia quando d’inverno prendevamo la neve dal tetto per poi farla sciogliere sulla stufa e usarla per cucinare, e quando insistevo per portare le tazze di minestra ai clienti e poi ne rovesciavo metà lungo il tragitto. Purtroppo non ricordo bene l’interno del rifugio a parte la cucina, con il suo buon odore di legna bruciata, dove ho passato la maggior parte delle mie giornate:era una piccola stanza, molto calda con una grossa stufa vicino all’entrata dove mio padre cucinava la polenta. I miei ricordi sono solo questi ma hanno influito molto sulla mia scelta di diventare un cuoco.

Negli anni seguenti mio padre ha continuato a gestire rifugi alpini ed io ho continuato ad andare ad aiutarlo fino all’età di 16 anni quando nelle vacanze scolastiche ho fatto la mia prima stagione in un Hotel a Courmayeur. Adesso ho 20 anni, ho concluso la scuola alberghiera a pieni voti e sono appena tornato in Italia dopo un anno e due mesi di lavoro a Londra, per salutare i miei genitori prima di partire per la Malesia, dove nei prossimi mesi collaborerò all’apertura di un ristorante italiano.

Annunci
 

4 Responses to “INNANZITUTTO MI PRESENTO: la mia vita in cucina.”

  1. Andrea Says:

    grande giacomo

  2. dEleciouSly Says:

    Ma che meraviglia il tuo racconto… davvero bellissimo! Ricco di emozione… In bocca al lupo per la tua nuova avventura! Ne tornerai colmo di esperienza!

    Ele 🙂

  3. Artèteca Says:

    Ciao Giacomo,
    ho rivisto il tuo blog, dopo un rapido passaggio l’altra volta, e devo dire che prometti bene. Come vedi, anch’io non metto solo ricette on-line, ma anche sperienze di viaggi, di ristoranti, sempre a sfonfo “cibo”.
    Continua così e – soprattutto – capitalizza l’esperienza in Malesia.
    A presto
    Fabrizio

    http://artetecaskitchen.wordpress.com/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...